Generatore di corrente o gruppo elettrogeno: come scegliere quello giusto

Guida alla scelta del generatore di corrente più adatto alle nostre esigenze

L’acquisto di un gruppo elettrogeno può dipendere da motivazioni specifiche molto diverse tra di loro: il campeggio, il lavoro in luoghi dove non arriva elettricità, la vita in luoghi dove la corrente arriva male, le fiere e la vendita ambulante.
In qualsiasi caso, l’uso di questo strumento può essere ricondotto ad un’unica necessità: avere a disposizione energia elettrica.
Esistono tantissimi modelli diversi di generatori che variano in base alla potenza erogata e al tipo di combustibile usato per generare energia.Ma come scegliere quello più adatto alle nostre esigenze? Le due discriminanti principali per poter effettuare una scelta sono il tipo di carburante e la potenza che ci serve.

I modelli principali di generatore possono essere a benzina, a diesel e gpl.

Generatori di corrente a benzina (click per visualizzarli tutti)

I modelli a benzina sono l’ideale per chi usa il generatore in maniera saltuaria. Questo tipo di gruppo elettrogeno è più economico da acquistare anche se il carburate ha un costo molto alto. Inoltre, conservare benzina in taniche, è relativamente pericoloso: oltre ad essere infiammabile è anche esplosiva. Il motore a benzina lavora a ritmi più alti ed è più complesso rispetto al diesel, questo lo espone ad una maggiore possibilità di rottura.

Generatori di corrente diesel (click per visualizzarli tutti)

I modelli diesel sono indicati per un uso intensivo: questo per via del costo del carburante e per l’affidabilità del motore diesel che necessita di minor manutenzione rispetto alla versione a benzina (anche per il regime di lavoro più basso rispetto all’altro). Purtroppo il generatore di corrente diesel è più rumoroso rispetto al benzina. Il diesel è infiammabile, ma non esplosivo e può essere conservato in taniche per periodi più prolungati.

Generatori di corrente a GAS (click per visualizzarli tutti)

I generatori a gas risultano poco diffusi, ma hanno indubbiamente numerosi vantaggi rispetto agli altri: i costi di gestione sono più bassi per un consumo minore di carburante. Questi gruppi elettrogeni hanno anche il vantaggio di essere abbastanza ecologici, infatti i gas di scarico sono ridotti quasi a zero e i fumi emessi non hanno odori sgradevoli.

 

Quindi, se usate spesso il vostro generatore vi consigliamo il diesel: l’investimento iniziale è più alto, ma con il tempo vi sarete ripagati il vostro acquisto. Se il vostro uso è poco intenso un’economico generatore a benzina è quello che fa per voi.

COME SCEGLIERE LA GIUSTA POTENZA DI UN GENERATORE DI CORRENTE

Per quanto riguarda la potenza necessaria rispetto all’uso che ne farete, vi riportiamo una comoda tabella per orientarvi tra consumi, coefficienti di spunta e watt.
Il criterio migliore è individuare prima quali siano gli strumenti che abbiamo bisogno di alimentare con il generatore, e di conseguenza effettuare un semplice calcolo, come spiegato qui di seguito, per individuare la potenza necessaria che il generatore deve essere in grado di erogare.

Potenza necessaria = Consumo dell’oggetto X Coefficiente di spunto

Il coefficiente di spunto è una caratteristica fondamentale di ogni strumento che funziona a corrente elettrica che indica di quanto aumenta il consumo dell’oggetto in fase di spunto e che serve quindi a determinare concretamente quanti WATT sono necessari al suo avvio.
Esempio: Compressore ( 1500 Watt ) X Coefficiente ( 2 ) = 3000 Watt

 

Quindi orientarsi su un generatore che abbia una potenza in WATT uguale o superiore a quella del risultato ottenuto

Cattura

 

( * ) Verificare il consumo del proprio oggetto nel libretto d’uso e manutenzione oppure sulla targhetta ad esso applicata

ATTENZIONE: la tabella è puramente indicativa. Attraverso la suddetta formula potrete facilmente calcolare la potenza che deve erogare un generatore per collegarvi ed azionarvi determinati prodotti e quindi individuare il modello più appropriato alle proprie esigenze:

E ricordiamo che per far funzionare delle apparecchiature elettroniche (computer, televisioni e tutte le attrezzature dotate di una scheda elettronica) occorre acquistare un generatore di corrente dotato di “inverter” (che stabilizza la corrente erogata).

scelta generatori

  • http://www.giabri.it Giuliano

    Grazie per l’articolo, anch’io sono in cerca per un generatore di corrente.
    Mi sono fermato sul questo sito e penso e spero che sarà la scelta giusta di prendere uno dei due sul questo sito: http://www.giabri.it/generatore.1.41.869.sp.uw.aspx

  • beppe

    Grazie mille del bell’articolo, ben spiegato. Mi servirà di sicuro nella scelta del gruppo elettrogeno che sto cercando su http://www.machineryzone.it/usato/1/gruppo-elettrogeno.html
    In effetti ero un pò perso, ed ora ho le chiavi in mano per poter fare una bella cernita fra tutte le offerte che ci sono.

    grazie ancora
    Beppe

Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle nostre migliori proposte e ricevi in omaggio un fantastico ricettario!

Iscriviti Subito!

CHIUDI
Altro... Gruppi Elettrogeni, Guida all'acquisto
url
Preparare il terreno alla semina

Il processo di fresatura del terreno con la motozappa La fresatura è un processo comunemente usato per preparare il terreno...

Chiudi