SOFFIATORE ASPIRATORE PER FOGLIE – GUIDA ALL’ACQUISTO

La Guida per orientarsi nella scelta del Migliore Soffiatore Aspiratore per Foglie
Completa e Curata dai veri Esperti del Giardinaggio e della Cura delle Aree Esterne

Se sei un vero maniaco dell’ordine anche fuori dalle mura di casa, un amante del giardino perfetto o, più semplicemente, sei uno di quelli a cui piace vedere le aree esterne di casa, del condominio o della villetta in cui vivi,  sempre pulite e precise, allora un bel soffiatore-aspiratore per foglie è ciò che fa al caso tuo!

Questo è uno strumento utilissimo e molto efficace nella rimozione degli accumuli di fogliame e di gran parte dei residui di vegetazione che, durante alcuni periodi dell’anno, troviamo a terra, negli angoli, in alcune rientranze o sul nostro arredamento da esterno, nel nostro giardino, vialetto o strada privata.

Soffiatore per foglie a scoppio a zaino in azione in un parco

Dove verrà utilizzato? In un giardino piccolo o grande? Per un uso hobbistico o professionale? Quali funzioni deve avere? E la potenza? Meglio a scoppio, a batteria o elettrico? Quale tipologia fa più al caso mio?
Queste sono le principali domande che un normale utente, intenzionato a comprare un aspiratore-soffiatore, si pone al momento della scelta dello strumento per i suoi lavori.

Con la nostra nuova guida all’acquisto cercheremo di fare un po’ di chiarezza, rispondendo a queste domande e mettendoti in condizione di scegliere il modello più adatto alle tue esigenze.


    1. Soffiatore & Aspiratore per Foglie

I soffiatori per foglie sono molto utili per la cura e la pulizia delle aree esterne. Ne esistono di varie tipologie e combinazioni, ma tutte pensate e progettate per la stessa finalità di utilizzo: rimuovere gli accumuli di vegetazione, come foglie, rami, fiori, lievi strati di terra o sabbia e addirittura, solo per i modelli più potenti e a scoppio, sottili strati di neve farinosa e non compattata o gelata (massimo 4-5 cm).

Grazie a un sistema di emissione di forti getti di aria (e aspirazione, nel caso dei modelli con funzione aspirante), alimentato dalla potenza di un motore a scoppio o elettrico, questi strumenti sono in grado di indirizzare i residui organici vegetali (e non solo) depositati a terra nel tempo, accumulandoli in un unico punto per semplificare la fase di raccolta e pulizia.

Come abbiamo anticipato in qualche riga più su, sul mercato di oggi esistono vari modelli, tutti con la stessa finalità, ma che hanno funzioni diverse.

Per l’esattezza ne abbiamo quattro:

  • i Soffiatori “semplici”, che si utilizzano proprio per soffiare via foglie, rami e altri detriti organici,
  • gli Aspiratori “semplici”, i quali sono in grado di aspirare solamente,
  • i Multifunzione 2 in 1, con doppia funzione (soffiatura + aspirazione),
  • i Multifunzione 3 in 1, che, rispetto ai precedenti, sono anche in grado di triturare il materiale aspirato.

Insomma, un valido e quanto mai funzionale alleato per la cura delle aree esterne, che ci permetterà di avere giardini, cortili, viali e garage sempre precisi e perfetti, in poco tempo, senza stress e senza troppa fatica.

Ma andiamo a conoscere da vicino le 4 tipologie che abbiamo elencato.


    2. Funzioni

Come abbiamo già detto, le quattro tipologie riportate nella guida si differenziano per le loro funzioni: da un lato abbiamo gli strumenti specifici o monofunzione, come gli aspiratori e i soffiatori da noi indicati come “semplici”, oppure i multifunzione, che a loro volta si suddividono in modelli con doppia funzione (aspiratore e soffiatore) e addirittura tripla (aspiratore + soffiatore + trituratore).

Ovviamente la funzione principale, che dà il nome allo stesso prodotto, è quella di “soffiatore”, che consiste nella generazione di un flusso di aria abbastanza potente da permettere a foglie, detriti e residui organici di vario genere di essere spostati e accumulati.

Invece, dall’altra parte abbiamo la funzione “aspirante”, che consiste nella generazione di un flusso d’aria con direzione opposta a quella della funzione precedente, che permetterà di risucchiare il materiale che vogliamo rimuovere. Questa funzione ci farà dire ufficialmente addio al caro vecchio rastrello per la raccolta delle foglie.

Infine, abbiamo la funzione di “trituratore”, che troviamo presente in molti modelli, combinata a quella di aspirazione. Questa, attraverso un apposito sistema di taglio interno, composto da una o due lame, permette di sminuzzare in maniera estremamente facile vari residui vegetali, come foglie, fiori e ramoscelli, che vengono aspirati dallo strumento.
I modelli con la funzione di triturazione, i cosiddetti “Multifunzione 3 in 1”, sono provvisti di un sacco di raccolta, nel quale si andrà a depositare il materiale aspirato e triturato.

In genere, per utilizzare in maniera corretta i modelli multifunzione 3 in 1 (aspiratori + soffiatori + trituratori), si dovrebbero procedere nella seguente maniera:

  1. Si inizia utilizzando lo strumento come “soffiatore”, indirizzando il getto d’aria verso il materiale che si vuole eliminare, fino ad accumularlo in uno o più mucchi.
  2. Una volta conclusa questa operazione, il materiale sarà ben disposto in maniera ordinata in mucchietti e facile da raccogliere. A questo punto, si converte la macchina in aspiratore e si procede con la “raccolta” del materiale appena accumulato.
    In questa fase il materiale viene aspirato dal bocchettone, passa nel sistema di triturazione e sminuzzamento e si deposita nell’apposita sacca di raccolta.

Questi strumenti sono progettati per rendere semplice ed estremamente veloce il passaggio da una funzione all’altra, e, inoltre, non necessitano di alcun utensile o attrezzo aggiuntivo complicato da installare.


    3. Alimentazioni

Un altro tratto distintivo molto importante da tenere in considerazione al momento della scelta del nostro modello di soffiatore-aspiratore è l’alimentazione.
Questa categoria di prodotto può essere suddivisa in 3 macrocategorie: a scoppio, elettrici e a batteria.
Ma andiamo a capire meglio di cosa si tratta.

3.1. A Scoppio

Essendo alimentati da un motore a 2 o 4 tempi, i modelli a scoppio sono molto performanti e sono in grado di generare un flusso d’aria così potente e veloce da permettere l’aspirazione anche dei residui più grandi o pesanti. Proprio per questa ragione, risultano essere degli strumenti particolarmente indicati per i lavori più importanti, come la pulizia di aree vaste e giardini spaziosi, di solito superiori a 1000 mq.

Oltre alla manutenzione del motore, che è assolutamente fondamentale in questi macchinari, i soffiatori-aspiratori a scoppio hanno altri svantaggi rispetto ai suoi “concorrenti”:

  • In primis, il peso, che risulta essere nettamente superiore rispetto agli altri modelli (i motori a scoppio vanno dai 4 kg e possono arrivare anche a 18 kg, mentre i soffiatori elettrici in genere non superano i 6 kg e partono da circa 3 kg);
  • La rumorosità, in quanto tipologia di aspiratori-soffiatori molto più rumorosa rispetto a quella elettrica o a batteria;
  • L’inquinamento (un motore a scoppio è di gran lunga meno ecologico delle alternative elettriche).

3.2. Elettrici

Invece, i modelli cosiddetti “elettrici” sono dotati di un motore che necessità di corrente elettrica per essere alimentato e funzionare. In questo caso, è fondamentale avere a disposizione una presa alla rete elettrica. Oltre a questo “limite”, se così si può dire, dobbiamo tenere in considerazione che questi modelli sono pensati perlopiù per un utilizzo di carattere hobbistico/domestico e, quindi, per un utilizzo più cauto, in aree di dimensioni più ridotte, in quanto risultano meno potenti dei soffiatori-aspiratori con motore a 2 o 4 tempi.

Rispetto alla variante con motore a scoppio, per i modelli con motore elettrico non sono richieste particolari azioni di manutenzione e, inoltre, possono essere avviati con molta più semplicità. Non a caso, mentre nei modelli a scoppio è molto comune trovare una corda per l’accensione a strappo, in questo caso non dovremo sforzarci troppo e basterà azionare il tasto di accensione automatica per vederlo in azione.

3.3. A Batteria

Per concludere, troviamo i modelli a batteria: molto simili a quelli elettrici sotto molto aspetti, anche questi si azionano premendo un normalissimo tasto di accensione e non necessitano di grandi manutenzioni.

Leggeri, pratici e molto silenziosi, i modelli a batteria, così come quelli elettrici, hanno una potenza inferiore a quelli a scoppio, che varia molto in base alla batteria al litio che li alimenta.
Anche in questo caso si parla di strumenti più indicati per utilizzi più hobbistici su aree ridotte non eccessivamente grandi. Questo perché le tipologie di batterie utilizzate in questi modelli vantano un’autonomia che va dai 45 ai 75 minuti, che permette utilizzi contenuti in tempi ristretti.
Insomma, un prodotto meno professionale ma più leggero e confortevole da utilizzare, soprattutto se il nostro fisico non ci permette di lavorare per tempi lunghi con carichi sulla schiena.


    4. Tipologie

Oltre all’alimentazione, un altro elemento differenziante è la tipologia di modello, la quale è strettamente legata sì al tipo di alimentazione, ma soprattutto al peso, un elemento molto importante nella scelta del prodotto, che andremo ad analizzare più avanti.

Da questo punto di vista, sul mercato esistono tre principali varianti di aspiratori & soffiatori per foglie da giardino: modelli a mano, a zaino o su ruote.

4.1. A Mano

I soffiatori-aspiratori a mano (o portatili) sono i più leggeri e i meno impegnativi da trasportare e manovrare, un po’ per il loro peso contenuto e un po’ per la loro struttura.
Infatti, questi modelli sono dotati di una pratica maniglia, ovvero il punto da cui verrà afferrato e manovrato lo strumento.
I modelli di questa categoria sono forniti di una comoda tracolla che permette di sorreggerlo e trasportarlo durante le sessioni di lavoro.

4.2. A Zaino

Invece, i soffiatori-aspiratori a zaino (o con imbracatura) sono i modelli a scoppio e sono in genere più pesanti e ingombranti.
Per facilitarne l’utilizzo, il trasporto e la maneggevolezza, vengono caricati sulla schiena dell’operatore grazie a dalle bretelle o vere e proprie imbracature dotate di imbottitura per migliorare l’esperienza d’utilizzo e il comfort dell’operatore.

4.3. Su Rotelle

Infine, abbiamo i soffiatori-aspiratori su rotelle. Questi modelli sono molto pratici grazie alle piccole rotelle poste sulla punta del bocchettone, che ne facilitano lo spostamento.


    5. Fattori importanti

Prima di procedere con l’acquisto di un aspiratore soffiatore ci sono altri aspetti importanti da tenere a mente per arrivare alla scelta del modello più in linea con le nostre esigenze di utilizzo.
Ci riferiamo a quelle caratteristiche tecniche molto importanti che solitamente risultano di difficile comprensione per un utente inesperto o alle primissime armi.

5.1. Potenza

L’aspetto principale da tenere ben a mente quando si tratta di comprare un aspiratore-soffiatore è proprio la potenza. Questa viene indicata in Watt (W) nei modelli con motore elettrico e in cavalli (HP) nei modelli a scoppio 2 o 4 tempi.

Viene da sé che un aspiratore soffiatore con una buona potenza sarà anche più efficiente e performante, permettendoci di lavorare con più velocità e senza troppa fatica, rispetto a un modello dalla potenza più contenuta e limitata.

Per quanto riguarda i motori a scoppio, si va da una cilindrata (cc) che va dai 25 cc nei modelli più hobbistici e arriva fino a 75 cc nei modelli di vocazione più professionale, e un motore professionale di fascia alta è in grado di generare un getto di aria che può arrivare anche a 500 km/h.

Un aspetto da tenere in considerazione al momento dell’acquisto dei modelli con funzione di trituratore è la turbina, che dovrebbe sempre essere fabbricata con materiali piuttosto resistenti.

Un modello molto potente e con una buona portata, insieme a del materiale leggero, come foglie e ramoscelli, inevitabilmente andrà ad aspirare anche qualche sassolino o pezzi di materiali più pesanti, che potrebbero bozzare o danneggiare questa componente fino a comprometterla, rendendo necessaria la sostituzione del pezzo.

5.2. Variatore di velocità

Strettamente legato alla potenza, il variatore di velocità è un’altra componente dell’aspiratore-soffiatore per cui vale la pena perdere qualche minuto di ragionamento.
Questo elemento serve a regolare la potenza dello strumento nell’operazioni di soffiatura e aspirazione.

Perché è così importante?
Come sottolineato qualche riga più su, soprattutto nei modelli più potenti e performanti, come ad esempio i modelli a scoppio, il regolatore di velocità può permettere allo strumento di aspirare solamente una parte del materiale che si trova sulla traiettoria del getto, lasciando al suo posto i materiali più pesanti come sassi, ghiaia, pezzi di terriccio e altre particelle che potrebbero danneggiare lo strumento se aspirate.

5.3. Capienza

La capienza è un fattore fondamentale per quei modelli con funzione di aspirazione e triturazione. Con il termine “capienza” ci riferiamo alla capacità del sacco di raccolta, dove confluisce il materiale raccolto dall’aspiratore: maggiore è la capienza del sacco di raccolta, minori saranno le volte che andremo a svuotarlo durante le sessioni di lavoro.

Una buona capienza è molto importante al fine di lavorare tranquillamente senza avere lo stress di dover svuotare il cesto di raccolta frequentemente. Avere un dispositivo con un sacco di raccolta adeguato, sia all’utilizzo che andremo a farne, sia alla tipologia di modello su cui è installato, è molto importante e va valutato bene al momento dell’acquisto.

5.4. Peso

Questa caratteristica va valutata con molta attenzione, in particolare se si utilizza un aspiratore soffiatore a scoppio per lavorare su ampie superfici. In questi casi, vale veramente la pena tenere ben in considerazione l’aspetto del peso per non andare in contro a lavori che gravino eccessivamente sulle nostre braccia e sulla nostra schiena.

5.5. Rumorosità

Altro aspetto di importanza non marginale è il suo grado di rumorosità, in particolare se lo si deve far lavorare in ambienti con restrizioni a livello di inquinamento acustico, come aree verdi condominiali, giardini e parchi di zone residenziali oppure qualsiasi contesto in cui potremmo disturbare la quiete pubblica con il rumore del motore a scoppio del nostro strumento.

Diciamo che, il giusto compromesso tra potenza e rumorosità lo troviamo in dispositivi che si aggirano intorno agli 85 decibel (dB).

Per evitare spiacevoli inconvenienti, vi consigliamo di conoscere sempre i decibel prodotti dal vostro aspiratore-soffiatore e di controllare il vigente regolamento comunale in materia di emissioni sonore e inquinamento acustico, che, ricordiamo, può variare da territori a territorio.

5.6. Batteria

Per quanto riguarda i modelli alimentati a batteria, va fatto un opportuno ragionamento sulla sua durata e sulla sua qualità.
In primis, vi consigliamo di verificare che la batteria installata sia agli ioni di litio, più innovativa, più sicura e, soprattutto, di maggior durata rispetto ad altre varianti.
E’ importante poter lavorare in tutta tranquillità con uno strumento che supporti appieno l’utilizzo che dovremo farne, senza dover necessariamente fermarsi ogni 20 minuti per dover ricaricare la batteria o sostituirla. Diciamo che, per poter lavorare con una discreta autonomia, un buon aspiratore-soffiatore elettrico a batteria spinto alla massima potenza, dovrebbe avere un’autonomia di circa tre quarti d’ora.


    6. Marchi

Tra i consigli che ci sentiamo di darvi prima di procedere con l’acquisto di un aspiratore-soffiatore per foglie, è quello di dare particolare importanza ai marchi conosciuti. Come per altre tipologie di prodotto, anche in questo caso scegliere un marchio serio, conosciuto e fidato è sinonimo di qualità e sicurezza.

Di seguito ne abbiamo raccolti alcuni suddivisi per alimentazione:

Comments

  1. Patrizia Rispondi

    Grazie per i preziosi consigli contenuti nelle vostre guide all’ acquisto delle varie attrezzature per la cura del verde, sono stati molto esaustivi .
    Patrizia

  2. pellegrino Rispondi

    ottimo graze lezione perfetta e chiara

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.