Parti di ricambio + Assistenza post vendita
5% di sconto
dal secondo prodotto
Pronta Consegna +
Spedizione Gratuita

FORBICI PNEUMATICHE – GUIDA ALL’ACQUISTO

La Guida per orientarsi nella scelta delle Migliori Forbici Pneumatiche
Completa e Curata dai veri Esperti degli Attrezzi da Potatura


    1. Introduzione

La potatura è da molti considerata una vera e propria arte, in grado di migliorare la crescita della pianta, di ottimizzare la penetrazione della luce e di evitare l’insorgenza di malattie. Per tale motivo, le operazioni di potatura di livello professionale richiedono le apparecchiature più adeguate, soprattutto nel caso in cui si debbano eliminare i rami superflui da tipologie di piante molto delicate, come gli ulivi o le vigne.

Per rispondere all’esigenza di una massima efficienza di taglio, in tempi recenti il mercato ha conosciuto il proliferare delle forbici da potatura meccanizzate. Mentre le forbici elettriche a batteria si presentano attraverso una gamma eterogenea di modelli che spaziano tra molteplici livelli di prestazioni, le forbici pneumatiche sono state concepite per un uso intensivo e per essere destinate ai professionisti.

Le forbici ad aria compressa, oltre ad essere molto più funzionali rispetto alle comuni cesoie manuali, rappresentano la soluzione ideale per velocizzare in maniera radicale la potatura dei rami più robusti, in colture dalle dimensioni anche piuttosto imponenti.

Una volta completata la potatura, anziché smaltire i residui dando loro fuoco mediante un falò all’aperto (una pratica per altro vietata dalla legge), una soluzione efficace potrebbe essere quella di utilizzare un biotrituratore.


    2. Cosa sono le forbici pneumatiche?

Le forbici pneumatiche nascono per innovare nel profondo le tradizionali cesoie da potatura. Laddove però le forbici elettriche vengono alimentate da una batteria, quelle pneumatiche necessitano di essere collegate mediante un tubo di raccordo ad un compressore o ad un motocompressore.

Per una corretta alimentazione delle forbici, la pressione di esercizio dell’aria compressa non deve mai essere inferiore ai 10 bar.  Inoltre, è bene ricordare che, in sostituzione del comune raccordino maschio diretto, le forbici dovrebbero essere collegate al compressore tramite un raccordo girevole, al fine di evitare che i tubi si arriccino durante il lavoro e che il materiale sulle estremità di innesto si danneggi.

Inoltre, come già anticipato, le forbici pneumatiche per potatura sono pensate in particolar modo per i professionisti del settore. L’aria compressa prevede infatti un funzionamento meno immediato rispetto ad una più semplice batteria ricaricabile, e non si rivela pertanto ideale per potature sporadiche e di modesta entità.

Le forbici pneumatiche si prestano in modo ottimale al taglio di rami in grado di raggiungere anche i 5 cm di spessore, come spesso accade negli alberi da frutto. Si tratta di attrezzi che, a causa del funzionamento mediante un compressore sempre in funzione, producono molto più rumore rispetto ai modelli a batteria. L’utilizzo dell’aria compressa rende tuttavia queste forbici estremamente precise e performanti.

Le forbici da potatura ad aria compressa montano lame in acciaio in grado di recidere in maniera netta ogni tipo di legno. Proprio come le forbici elettriche, anche quelle pneumatiche vengono proposte con impugnatura diretta o per l’applicazione su pratiche aste di prolunga fisse o telescopiche.

Della stessa famiglia delle forbici pneumatiche fanno parte anche i troncarami. Si tratta, in pratica, di una versione potenziata delle forbici ad aria compressa, nata per semplificare la potatura dei rami più spessi e resistenti.


    3. I vantaggi offerti dalle forbici pneumatiche

Usufruire di un paio di forbici pneumatiche garantisce benefici non restituibili da un lavoro svolto con le comuni cesoie manuali. Quali sono i fondamentali giovamenti che rendono le forbici ad aria compressa uno strumento insostituibile per la potatura professionale?

  • Un alto grado di produttività, dovuto ad una consistente diminuzione dei tempi di lavoro.
  • L’inarrivabile leggerezza dello strumento (400/700 g), grazie all’assenza del peso altrimenti imposto dal montaggio di una batteria sull’apparecchio.
  • L’opportunità di effettuare tagli rapidi e precisi in maniera rapida ed efficace, su qualsiasi tipo di legno.
  • Nessun affaticamento durante la potatura. Ciò è molto importante, in quanto la sindrome del tunnel carpale è uno dei principali disturbi nei quali incorre un potatore professionista. Il dolore e l’intorpidimento della mano e del polso, dovuti alla costante pressione richiesta dalle cesoie tradizionali, saranno del tutto evitati grazie all’utilizzo del comodo grilletto.

E’ indubbio come le forbici da potatura ad aria compressa, rispetto ai modelli a batteria, costituiscano uno strumento maggiormente di nicchia. Pertanto, a dispetto di tutti i vantaggi sovraesposti, richiedono di considerare alcuni aspetti che potrebbero rendere tale strumento una scelta poco idonea ad una larga fetta di utenti.

  • La necessità di disporre di un compressore o di un motocompressore, macchinari imprescindibili per il funzionamento delle forbici.
  • La presenza del tubo di raccordo per il trasporto dell’aria compressa, il quale potrebbe risultare scomodo a quanti siano abituati a lavorare con strumenti in grado di conferire piena libertà.
  • Le inevitabili emissioni sonore emesse dal compressore o dal motocompressore durante le operazioni di potatura.


    4. Quali sono le principali caratteristiche da considerare nell’acquisto di forbici pneumatiche?

Le forbici da potatura ad aria compressa, essendo in prevalenza destinate a scopi professionali, possono contare modelli caratterizzati da una maggiore omogeneità rispetto a quelli a batteria. Ciononostante, non sono esenti da peculiarità in grado di differenziarle e di orientare la scelta finale di un potenziale acquirente. E’ dunque necessario, prima dell’acquisto, fare riferimento ad alcuni elementi che possono fungere da guida.

  • IMPUGNATURA MANUALE O USO SU ASTA: una prima differenza nella categoria delle forbici pneumatiche deriva dalle due possibili configurazioni dello strumento.

I modelli ad impugnatura manuale diventano la soluzione più consigliata qualora i rami da potare si trovino ad altezze agevolmente raggiungibili. La facoltà di stringere direttamente le forbici in mano risulta infatti un notevole vantaggio per svolgere in maniera efficiente tutti i lavori di potatura in vigneti o nei frutteti composti da alberi di ridotte dimensioni.

Le forbici ad aria compressa con asta di prolunga possono al contrario rendersi una scelta forzata nel caso in cui gli arbusti da tagliare siano troppo elevati. Inoltre, molti dei modelli in commercio giovano di un’asta telescopica, la quale permette di personalizzare l’altezza di lavorazione delle lame.

Una considerevole gamma di forbici ad aria compressa sul mercato supporta la doppia configurazione, consentendo di modificare l’impugnatura dello strumento in base alle necessità.

  • DIAMETRO DEI RAMI: per selezionare le forbici pneumatiche più indicate per le proprie necessità è fondamentale fare riferimento allo spessore dei rami da tagliare. All’aumentare del diametro sarà infatti opportuno munirsi di forbici dotate di un’adeguata potenza.

In linea generale, per la potatura di rami spessi non oltre i 35 mm sarà sufficiente utilizzare forbici ad aria compressa di rango semiprofessionale. Nel caso in cui si necessiti di troncare arbusti compresi tra i 40 e i 50 mm, sarà d’obbligo optare per un paio di forbici di livello pienamente professionale.

25-34 mmpotenza altalivello semiprofessionale
35-50 mmpotenza molto altalivello professionale
  • CAPACITA’ DI TAGLIO: le forbici ad aria compressa ad impugnatura diretta e quelle su asta di prolunga presentano solitamente capacità di taglio distinte.

I modelli su asta, infatti, a causa della loro naturale fisionomia e dello sviluppo in altezza, non consentono di operare con la medesima precisione tipica di un’impugnatura manuale. Le forbici con prolunga, tuttavia, compensano questa mancanza grazie ad una potenza di taglio ottimizzata, in grado di assicurare recisioni nette e rapide su rami spessi fino ad un massimo di 35 mm.

Al contrario, le forbici ad aria compressa con configurazione manuale, pur se in genere meno potenti rispetto a quelle dotate di asta, consentono di lavorare con rami dal diametro ampliato, fino anche a 50 mm. In tali casi, le forbici saranno classificabili come veri e propri troncarami.


    5. I marchi principali

Prima di procedere con l’acquisto delle forbici pneumatiche, occorre tenere ben presenti i marchi più seri e conosciuti nel panorama delle macchine per la potatura. Ciò ci permetterà di portare a casa uno strumento sicuro e di qualità certificata che permetterà di lavorare con la massima tranquillità e senza andare incontro a spiacevoli sorprese.

marchi consigliati, sia per modelli per uso semiprofessionale che professionale, sono: Paterlini, Zanon, Campagnola e M.A.I.BO.

La seguente tabella permetterà di conoscere i modelli di forbici a batteria considerati come i più rappresentativi tra quelli prodotti dai brand sopraccitati.

LIVELLO PRODOTTOSEMIPROFESSIONALEPROFESSIONALE
PaterliniAra 8/U
ZanonCayman 80
CampagnolaVictoryF6 (asta da 2,5 mt)
M.A.I.BO.MF500

Se stai valutando l’acquisto di forbici provviste di motore o cerchi maggiori approfondimenti su di esse, leggi la nostra guida all’acquisto delle migliori forbici elettriche a batteria.

Gli utenti in cerca di comfort e semplicità di utilizzo, dovrebbero valutare l’acquisto di strumenti da potatura manuali. Per qualsiasi informazione, invitiamo a consultare la nostra guida all’acquisto dei migliori forbicioni e svettatoi manuali.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.